Bitcoin si chiude a 14.000 dollari a fine ottobre con un botto

  • Bitcoin si sta avvicinando a 14.000 dollari, il massimo precedente del 2019
  • La criptovaluta è aumentata del 34% solo questo mese
  • Bitcoin è in un posto fondamentalmente e tecnicamente ottimo per continuare la tendenza al rialzo

Bitcoin sta chiudendo a 14.000 dollari dopo un ottobre spettacolare, fermandosi a soli 100 dollari dal suo massimo del 2019. Dopo aver scrollato di dosso l’impatto dell’Effetto Settembre, la Bitcoin ha ripreso la sua tendenza al rialzo a lungo termine, superando comodamente altri asset e mercati, anche se un ritiro potrebbe essere all’orizzonte prima di un assalto ad altri massimi.

Bitcoin in un canale rialzista

Dopo aver recuperato dal calo di settembre, la Bitcoin si è spinta al 34% solo in ottobre. Ora si trova in un canale rialzista che è iniziato con il crollo a 3.800 dollari nel mese di marzo.

14.000 dollari, che rappresenta il massimo del 2019, rimane la prossima grande resistenza, che difficilmente Immediate Edge chiuderà al primo tentativo. Se il canale di cui sopra è rispettato possiamo aspettarci al massimo uno stoppino a $14.200 prima di un ritorno al centro del canale o al di sotto, con $12.000 – $12.500 non fuori dal tavolo, che rappresenterebbe comunque una continuazione della struttura rialzista e darebbe più slancio ad un’altra spinta.

A favore di un’ulteriore spinta verso l’alto c’è il bullismo fondamentale intorno all’asset, con la comunità dei crittografi che celebra la rapida ascesa del Bitcoin, alimentata nei giorni scorsi da notizie come l’imminente arrivo della piattaforma di crittovaluta di PayPal, in un modo che non si vedeva dall’inizio del 2017.

Di conseguenza, il Crypto Fear and Greed Index punta all'“avidità“ da quasi una settimana intera, anche se si aggira ancora intorno alla cruciale soglia dei 70, facendo eco all’idea che la corsa parabolica di ottobre potrebbe avere ancora un po‘ di spazio prima che si verifichino le prese di profitto.

All Time Highs Incoming?

Bitcoin ha superato quasi tutte le altre attività e il mercato tradizionale questo mese, con il NASDAQ, il DJI e l’S&P 500 che hanno tutti sperimentato il raddoppio dei top e materie prime come l’oro e l’argento che hanno trascorso il mese in stagnazione.

Nonostante il potenziale di un ritiro a breve termine, c’è un vero e proprio ottimismo nello spazio da parte di vecchi e nuovi investitori istituzionali che finalmente, dopo tre anni di attesa, Bitcoin potrebbe finalmente essere su un percorso di ritorno ai massimi storici che molti pensavano non avrebbe mai più raggiunto.