Anthony Pompliano su Bitcoin: „Difficile non essere incredibilmente rialzista“

Morgan Creek Co-fondatore, partner e principale toro Bitcoin, Anthony Pompliano dice che è difficile non essere rialzista sulla Bitcoin considerando il caos in corso nel mondo. Pompliano ha fatto la dichiarazione a causa della tensione in corso sulla valuta fiat, in particolare il dollaro americano che è stato considerato come una valuta di riserva per secoli.

Diversi interrogativi sono stati sollevati sul futuro del dollaro USA a causa della stampa indiscriminata della moneta da parte della Federal Reserve. La Fed ha finora stampato quest’anno miliardi di dollari per diversi motivi, uno dei quali è lo stimolo COVID-19 sia per le imprese che per i singoli cittadini a sopravvivere agli effetti economici della pandemia. Questo ha sollevato preoccupazioni tra gli esperti finanziari, come ha detto a marzo il presidente della Federal Reserve Bank di Minneapolis, Neel Kashkari, che ha dichiarato che la Fed ha una „quantità infinita di denaro contante“.

Gli investitori si precipitano alla Bitcoin per evitare l’inflazione

Con la Fed che mostra la sua disponibilità a stampare il dollaro all’infinito, gli esperti finanziari si aspettano una forte inflazione causata dall’eccesso di liquidità che inonderà l’economia. Gli investitori sono quindi alla ricerca di una valuta di riserva alternativa e finora la freccia indica Bitcoin. Solo quest’anno diversi investitori istituzionali si sono precipitati nello spazio Bitcoin, secondo il gestore di hedge fund Michael Novogratz.

Anche la principale piattaforma d’investimento istituzionale Bitcoin Grayscale ha acquistato Bitcoin come mai prima d’ora, suggerendo una crescente domanda da parte dei clienti istituzionali. La piattaforma ha attualmente 4,1 miliardi di dollari di attività in investimento (AUM).

Questo crescente interesse e questa crescente domanda sono suscettibili di spingere un mercato toro per l’asset alla fine. Questo è il motivo per cui anche i sentimenti rialzisti di Bitcoin sono in crescita e ci si aspetta un’incredibile performance positiva, anche se l’attuale andamento dei prezzi non è molto allettante.

Una siepe migliore dell’oro?

C’è un’argomentazione di lunga data sul fatto che il Bitcoin sia una copertura migliore dell’oro contro l’inflazione. Il Bitcoin è finora uno degli asset con le migliori performance nell’anno 2020 e potrebbe fare ancora meglio.

Tuttavia, si dice che l’oro abbia un valore intrinseco, a differenza del Bitcoin, ed è più stabile. Il recente aumento di interesse per il Bitcoin potrebbe spingerlo a battere l’oro in modo estensivo nel prossimo futuro, secondo i sostenitori del Bitcoin che chiedono agli investitori di acquistare il bene invece dell’oro per poter eventualmente guadagnare dal prossimo mercato dei tori che, secondo gli esperti, sarà enorme.